Galleria

Il Club a Londra

La popolazione italiana nel Regno Unito è con buona stima, superiore alle cinquecentomila unità. Sono i nostri connazionali che, come ci ha detto Sua Altezza Reale Carlo, Principe del Galles, in occasione della sua visita dello scorso anno in Italia, “hanno scelto il Regno Unito per la vita”. Il Club nato dall’esigenza di creare uno strumento di informazione per dibattere della cultura british in un momento storico complesso, caratterizzato dagli effetti della scelta del Regno Unito di uscire dall’Unione Europea, guarda con grande interesse alla comunità italiana in Gran Bretagna. Il Club, progetto editoriale appena nato, mira a diventare un piccolo, ma importante punto di riferimento per i numerosi italiani che vivono e lavorano nel Regno Unito. Vorremmo che la piccola preziosa comunità de Il Club – i lettori della rivista e quanti partecipano ai nostri eventi – possa conoscere e condividere quello che avviene oltremanica. Il Club è la rivista fondata in nome di questa relazione speciale, lunga 20 secoli, che unisce Italia e Regno Unito. Crediamo in valori comuni, quelli che hanno posto le basi della democrazia e dello stato di diritto e la Brexit non dovrà mai recidere il nostro legame.

 

Il Club ha incontrato l’Ambasciatore d’Italia nel Regno Unito, Raffaele Trombetta, presso l’Ambasciata del nostro Paese al numero 4 di Grosvenor Square a Londra. E’ un luogo di grande fascino sia per la collezione di opere d’arte che possiede, sia per la storia del palazzo in cui è ospitata. Il suolo occupato oggi dalla piazza e l’area circostante erano un tempo parte del feudo di Ebury, che apparteneva all’Abbazia di Westminster e successivamente passò alla Corona. Dopo aver presentato a Sua Eccellenza le nostre nuove iniziative editoriali, gli è stato consegnato “il cagnolino”, simbolo della nostra testata.